Your address will show here +12 34 56 78
2020, 2021, Musica, Notizie

ENRICO PIERANUNZI    “MENAGE Á TROIS”

Varrebbe la pena di ascoltarlo solo per l’immagine di copertina questo bel cd
pubblicato nel 2017 da Enrico Pieranunzi, iconico pianista del jazz italiano, coadiuvato
da Andrė Ceccarelli al contrabbasso e da Diego Imbert alla batteria.
Menage a trois, titolo dovuto ai tre comprimari della musica di questa incisione che,
badate bene, non ė riferito al numero degli elementi del gruppo bensì allo stesso Pieranunzi più
le sue due anime artistiche, vale a dire quella jazzistica e quella classica.
Pieranunzi, oggi settantunenne e da cinquant’anni sulle scene del jazz italiano ed europeo,
non dimentico della sua formazione pianistica classica (e il tocco si sente…) ci
propone alcune delle più belle composizioni del repertorio
di giganti della musica quali Bach, Shumann, Debussy, Milhaud, Satie e altri reinterpretandole
con molto swing e molto gusto senza snaturarne il carattere “classico”.
Una incisione da non perdere!
Disponibile oltre che nei negozi in Spotify e Amazon



Qui sotto i link Spotify per l’ascolto:

https://open.spotify.com/album/55UQ7AQ6F88cmU7SEoVNaE?si=2M3oAz96SfKRb2KPLCrJTQ

e per l’acquisto del CD su Amazon: 

https://www.amazon.it/Ménage-Ceccarelli-Imbert-Enrico-Pieranunzi/dp/B01LXGKZ16/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=ÅMÅŽÕÑ&dchild=1&keywords=ENRICO+PIERANUNZI+%22MENAGE+Á+TROIS%22&qid=1610717052&sr=8-1

0

2020, 2021, JAZZ, Musica, Notizie

Giovanni Mazzarino – Love Vibrations

Riprendiamo la nostra rubrica settimanale di suggerimenti per l’ascolto
proponendovi questo bel CD appena editato da Giovanni Mazzarino coadiuvato da 
dal già a voi noto Rosario Bonaccorso al contrabbasso, Nicola Angelucci alla batteria
e da una guest star d’eccezione: Fabrizio Bosso con la sua tromba.
E’ un cd che potremmo definire “da meditazione”, in quanto tutte le sue tracce 
sono soffuse da un’atmosfera rilassante che invita alla pacificazione,
cosa molto opportuna in questi tempi incerti…
I pezzi eseguiti sono quasi tutti ben noti standards del jazz
e la particolarità risiede nel fatto che i musicisti
si sono messi a disposizione della musica scritta
 limitando al massimo gli aspetti improvvisativi
 privilegiandone l’aspetto formale con l’esecuzione di perfomances
perfette sia dal punto di vista stilistico che emozionale.
Da ascoltare in poltrona sorseggiando un bel calice di vino d’annata.



Qui sotto i link Spotify per l’ascolto:

https://open.spotify.com/album/49MHwPs9OaKIzNC0PJDe7a?si=P71JisObS2e-1dCrfiNsag

e per l’acquisto del CD su Amazon: 

https://www.amazon.it/Love-Vibrations-Mazzarino-Giovanni-Quartet/dp/B08RKJJJRX/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=ÅMÅŽÕÑ&dchild=1&keywords=giovanni+mazzarino+love+vibrations&qid=1610204243&sr=8-1

0

2020, JAZZ, Musica, Notizie

Il Paper Moon Jazz Club è sempre all’opera
nell’elaborazione della prossima stagione !!!

“Ella Wishes You a Swinging Christmas”

Pensiamo di farvi cosa gradita in questi giorni di attesa delle festività
proponendovi questa bellissima raccolta di canzoni natalizie
interpretate in modo superbo dalla divina Ella Fitzgerald, una delle
supreme, se non la suprema, vocalist della musica jazz.
Godetevela sotto l’albero di natale coi vostri (pochi per le note
circostanze) cari e accettate anche i nostri più sinceri e swinganti

AUGURONI DI BUONE FESTE!!!

PAPER MOON JAZZ CLUB SEREGNO


P.S.
Riprenderemo con i nostri “consigli per l’ascolto” dall’inizio del prossimo anno.


Qui sotto i link Spotify per l’ascolto:

 https://open.spotify.com/album/2UhPCUgK2IGUrg7lIvMYfb?si=0b-hMwZnTNCpKcIVUmDdYg

e per l’acquisto del CD su Amazon: 

https://www.amazon.it/Ella-Wishes-You-Swinging-Christmas/dp/B08GFX5HPL/ref=sr_1_5?__mk_it_IT=ÅMÅŽÕÑ&dchild=1&keywords=%22Ella+Wishes+You+a+Swinging+Christmas%22&qid=1607438969&sr=8-5

0

2020, JAZZ, Musica, Notizie

Il Paper Moon Jazz Club è sempre all’opera
nell’elaborazione della prossima stagione !!!

JW ORCHESTRA “KREATIV MOZART”

Sgombriamo subito il campo da un equivoco: non ė la solita, banale e scontata rilettura in chiave swing
di pezzi di musica classica come moltissimi jazzisti anche di chiara fama hanno fatto
e continuano a fare (spesso con degnissimi risultati ma a volte, ahinoi, con esiti decisamente kitsch)
questa rilettura di celeberrimi brani del maestro salisburghese che ci propone il
vulcanico maestro Marco Gotti con la sua JW  Orchestra.
Si tratta in reltà, come avvertono le note di copertina di questo magnifico cd,
di “una riscoperta di Mozart tramite il linguaggio della modernità”.
Gotti si diverte quindi a smontare e rimontare
alcune delle più celebri pagine del repertorio mozartiano dando loro uno spirito
nuovo, moderno e contemporaneo, senza però mai mancare di rispetto all’Autore,
utilizzando impasti strumentali inusuali e lanciando a briglia sciolta i suoi magnifici
improvvisatori.
Ascoltiamo quindi con attenzione ma anche con divertimento questa inusuale quanto
riuscitissima reinterpretazione mozartiana da parte di questa splendida orchestra
bergamasca, per ora solo su cd, sperando di poterla sentire  eseguita dal vivo a Seregno in
un futuro jazz festival.






Qui sotto i link Spotify per l’ascolto:



https://open.spotify.com/album/0xjKqTLAXg508lSQ7bRtX7?si=rdS7vMFmTAm3G-at18YXzQ

 
e per l’acquisto dei brani su Amazon: 

https://www.amazon.it/gp/product/B08FBDJBVY/ref=dm_ws_sp_ps_dp

 

0

2020, JAZZ, Musica, Notizie

Il Paper Moon Jazz Club è sempre all’opera
nell’elaborazione della prossima stagione !!!

Rosario Bonaccorso
“A Beautiful Story”

” A beautiful story”
, una bella storia, anzi bellissima, quella narrata da questo straordinario
gruppo capitanato dal navigato contrabbassista Rosario Bonaccorso il cui equipaggio ė
costituito da alcuni dei più bei nomi della gioventù jazzistica italiana: Enrico Zanisi al pianoforte,
Alessandro Paternesi alla batteria e… sorpresa! Dino Rubino, nostra vecchia conoscenza,
che per l’occasione suona (meravigliosamente) la tromba ed il flicorno.
Un disco piacevolissimo, denso di romanticismo, di sentimento, di calore e anche di colore
dal momento che spesso nelle incisioni traspare l’anima siciliana dei musicisti.
Chissà se riusciremo ad averli a qualche prossima edizione del nostro jazz festival…
Per il momento ascoltiamoli su cd.
Disponibili anche in Spotify e Amazon Music.





Qui sotto i link Spotify per l’ascolto:

 

https://open.spotify.com/album/7Lm0rSqVpbr2c4PN3MwkwV?si=EaOWUsrLRZSxFyU2tNoyAA

e per l’acquisto del CD su Amazon: 

https://www.amazon.it/Beautiful-Story-Rosario-Bonaccorso/dp/B01MS6EQYT/ref=sr_1_1?dchild=1&qid=1606572460&refinements=p_32%3A+Paternesi%5Cc+Rubino%5Cc+Zanisi%5CcBonaccorso&s=music&sr=1-1

0

2020, JAZZ, Musica

Il Paper Moon Jazz Club è sempre all’opera
nell’elaborazione della prossima stagione !!!

Questa volta vi presentiamo il Cd di un gruppo che non abbiamo ancora avuto
il piacere di ospitare al nostro Festival ma che ci riproponiamo di invitare ad una
prossima edizione:

Note Noir Quartet: “Nadir”

Dopo l’ascolto di questo bellissimo disco ci si ė riproposto il solito eterno dilemma, nostro e di chissà quanti altri cultori o critici della musica jazz: il jazz ė solo appannaggio e derivazione della cultura africana o no? E se no, quanto di europeo c’è nella cosiddetta musica afro-americana? 

La musica di questo Note Noir Quartet sembra darci una risposta
che apparentemente ė sbilanciata in senso “europeista”, vale a dire (anche per stessa ammissione dei componenti del gruppo) che la tradizione musicale mitteleuropea,
quella delle sale da thė viennesi, dei bistrot parigini, delle cerimonie yiddish  e del “manouche” tzigano
ė quella che informa l’espressività del gruppo. Perché abbiamo detto “apparentemente”?
Semplicemente, senza voler entrare in complicate ed interminabili considerazioni 
estetiche, perchė riteniamo che le componenti “euroetniche” che hanno contribuito a quello straordinario
ed irripetibile fenomeno sviluppatosi oltre un secolo fa sul delta del Mississipi,
vale a dire il jazz, non debbano sminuirsi o peggio ancora, svalutarsi, nel confronto con la cultura musicale africana:
tutto ė stato uno stupefacente mėlange in cui tutte e due le rispettive forme espressive hanno tratto reciprocamente vantaggio e il cui frutto ė stata la nascita di una nuova e meravigliosa forma musicale.

Godiamoci quindi questo splendido “Nadir” immaginando che agli inizi del ‘900 a New Orleans
non ci fossero soltanto tamburi, rudimentali strumenti a fiato e canti con inusuali scale pentatoniche… c’erano anche violini, fisarmoniche, clarinetti, valzer, polke, mazurke….

Buon ascolto!



Qui sotto i link Spotify per l’ascolto:

https://open.spotify.com/album/0Lty0h9Mo9gx4MEcjm9M2x?si=oHNyoZwzQ7a6XfNGvg95Jg

e per l’acquisto del CD su Amazon: 

https://www.amazon.it/Nadir-Note-Noire-Quarte/dp/B07QCCSC5K/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=ÅMÅŽÕÑ&dchild=1&keywords=note+noir+nadir&qid=1605461166&quartzVehicle=80-1004&replacementKeywords=noir+nadir&sr=8-1

0

2020, JAZZ, Musica

Il Paper Moon Jazz Club è sempre all’opera
nell’elaborazione della prossima stagione !!!

La scelta di questa settimana è:
Looking Up Project Quartet

Questo combo ci aveva incantato al Jazz Festival dello scorso anno con l’omaggio
a Michel Petrucciani e non potevamo fare a meno di riconfermarlo per l’edizione
svoltasi  quest’anno. I quattro musicisti (Guido Bombardieri alle ance, Jean-Baptiste
Bolazzi alle tastiere, Sandro Massazza al contrabbasso e Stefano Bertoli alla batteria)
non ci hanno deluso esibendosi in una gustosissima performance
basata sulla riproposizione in salsa jazz di colonne sonore di film celeberrimi.
Vi proponiamo l’ascolto su Spotify del primo Cd registrato dal gruppo “Looking Up Project”
non essendo possibile trovare su questa e altre piattaforme simili nė il Cd dedicato a Petrucciani
“Looking-Up plays Petrucciani’s Music” nė quello dedicato al cinema “Cine Jazz”.
Li potete comunque acquistare in negozi specializzati o altre piattaforme di vendita .
Ne varrà la pena!


EccoVi il link per l’ascolto su Spotify : 


https://open.spotify.com/album/4vs4ZkWL5MUwIFZ4JQNcZH?si=MJM2Aw5_S8CtdRaZ9OE_iA

e per l’acquisto del brani su amazon: 

https://www.amazon.it/Looking-up-Project-Up-Quartet/dp/B01B27VVTI/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=ÅMÅŽÕÑ&dchild=1&keywords=looking+up+project&qid=1605017369&quartzVehicle=121-1542&replacementKeywords=looking+project&sr=8-1

0

2020, JAZZ, Musica

Il Paper Moon Jazz Club è sempre all’opera
nell’elaborazione della prossima stagione !!!

La scelta di questa settimana è:

Antonello Monni “PORPORA”

Eleganza, rilassatezza e senso della misura sono le caratteristiche precipue della
musica di Antonello Monni. Il sound levigato, suggestivo, manifestamente non declamatorio 
ma nel contempo privo di facili sdolcinature del sax di Monni ci conduce in 
atmosfere musicali piacevolmente meditative e sognanti. Monni ė anche
l’autore di tutte le musiche del cd… quindi ottimo compositore oltre che 
inappuntabile esecutore… chapeau!

Abbiamo avuto la fortuna di ascoltare questo splendido musicista nell’edizione del 2019
del nostro JAZZin Seregno Festival, supportato da altrettanto splendidi alfieri
del nostro jazz quali Attilio Zanchi (se non il padre, il fratello maggiore di tutti i moderni 
contrabbassisti italiani), Massimo Colombo (di cui abbiamo parlato nell’ultimo nostro post)
e, scusate se ė poco, Tony Arco alla batteria…. un concerto che ricorderemo a lungo!




EccoVi il link per l’ascolto su Spotify : 


https://open.spotify.com/album/2gw5dSTd9dDt0axQQTxK6i?si=e5GPqaGqSRyucbaQmhD50Q


e per l’acquisto del cd su Amazon: 

https://www.amazon.it/Porpora-Antonello-Monni/dp/B00JJP8OD2/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=ÅMÅŽÕÑ&dchild=1&keywords=porpora+antonello+monni&qid=1604773758&sr=8-1

0

PREVIOUS POSTSPage 1 of 5NO NEW POSTS