Your address will show here +12 34 56 78
2021, JAZZ, Musica

SONNY ROLLINS “SAXOPHONE COLOSSUS” 1956

“Giù il cappello!” verrebbe da dire davanti al nome di un vero gigante, di un autentico “colosso”
nella storia della musica jazz: Theodor Walter “Sonny” Rollins, tenorsassofonista, classe 1930.
Rollins ha iniziato la sua carriera nei tardi anni ’40 nel combo di Miles Davis e si ė esibito in
pubblico fino a pochissimi anni fa, ritirandosi definitivamente dalle scene dopo avere attraversato
con la musica del suo sax ben oltre sei decenni. Oggi Sonny ha 91 anni, è un bel vecchio, ha una
chioma e una barba bianchissime e un volto che esprime quieta saggezza… ma a noi piace
ricordarlo nel pieno della sua prestanza fisica e artistica quando, nel 1956 incise questa
autentica pietra miliare della musica jazz, “Saxophone Colossus”, suo capolavoro in assoluto.
La creatività nell’improvvisazione, la padronanza assoluta dello strumento, la nonchalance con
cui il nostro affronta brani a ritmi vertiginosi (“Strode Rode” ne è un esempio), la componente
giocosa ed esotica (“St.Thomas”, un calypso delizioso e trascinante), la rilettura molto
personale di  standards sempiterni ( “Moritat”, “You don’t Know What Love is”), la
stupefacente inventiva con cui Rollins tiene vivo un blues per ben 11 minuti (“Blue 7”) rendono
questa incisione un autentico “must” per chi desideri avere un minimo di discografia jazz.
Riparleremo comunque di questo grandissimo artista, dopotutto non si possono sintetizzare
sei decenni di musica in un solo disco, per quanto emblematico sia…ma per il momento
lasciatevi affascinare da questo!

L.C.

+

Qui sotto i link Spotify per l’ascolto:


https://open.spotify.com/album/0yodD8uAkAT5UmrlF2xy97?si=5YDzOigJSVeCuWE6Xx4dAw&dl_branch=1

e per l’acquisto del CD su Amazon Music :
https://www.amazon.it/Saxophone-Colossus-Sonny-Rollins/dp/B000EGDAI4/ref=sr_1_2?__mk_it_IT=ÅMÅŽÕÑ&dchild=1&keywords=SONNY+ROLLINS+%22SAXOPHONE+COLOSSUS%22+1956&qid=1631545456&sr=8-2ù




0